Vai alla pagina
49679 / 67155
 

Notizia bibliografica

Titolo
R.P.F. Ludovici Granaten., ordinis s. Dominici, Introductionis ad symbolum fidei libri quatuor : in quibus de admirabili opere creationis, fidei ac religionis Christianae praestantiis, redemptionis humanae, & aliis mysteriis a articulis, tractatur / a Ioanne Paulo Gallucio Saloensi ex Italico sermone Latinitate donati ...
Autore, CollaboratoreLuis < de Granada > [1504-1588] __searchWikipediaForLuis ; Gallucci, Giovanni Paolo [1538-1621] __searchWikipediaForGiovanni Paolo Gallucci
ImpressumColoniae : apud Gervinum Calenium & haeredes Ioannis Quentelii, 1588
Edizione
Introductionis ad symbolum fidei
Descrizione fisica[12] Bl., 826 S., [26] Bl. : Ill. ; 22 cm (4°)
LinguaLatino
Riferimento bibliograficoVD16 L 3234, Adams G 977
Luogo di conservazioneZentralbibliothek Zürich, Ro 466 | G
Link permanentehttp://doi.org/10.3931/e-rara-25257 
Links
Scaricare il documento completo (PDF) RPF Ludovici Granaten ordinis s Dominici Introductionis ad symbolum fidei libri [296,18 mb]
Collezione
Norme per l’uso
LicenzaPublic Domain Mark
Utilizzazione

Scaricabile gratuitamente. In caso di riproduzione o di utilizzo del documento o di parti di esso, nel quadro delle usuali consuetudini scientifiche l'istituzione che ne detiene la proprietà la invita a osservare i punti seguenti:

  • Informazione
  • Indicazione delle fonti, inclusa l'indicazione di autore, ubicazione e persistent identifier
  • Invio di un esemplare giustificativo e/o comunicazione dell'indirizzo Internet dell'offerta digitale in cui ha integrato il documento o parti di esso
Indicazione delle fontiLuis: R.P.F. Ludovici Granaten., ordinis s. Dominici, Introductionis ad symbolum fidei libri quatuor : in quibus de admirabili opere creationis, fidei ac religionis Christianae praestantiis, redemptionis humanae, & aliis mysteriis a articulis, tractatur. Coloniae : apud Gervinum Calenium & haeredes Ioannis Quentelii, 1588. Zentralbibliothek Zürich, Ro 466 | G, http://doi.org/10.3931/e-rara-25257 / Public Domain Mark