Collezioni

Edizioni svizzere

Il progetto e-rara.ch ha come principale obiettivo la digitalizzazione delle opere edite in Svizzera entro il 2000. Esse verranno riprodotte in maniera completa, salvo controindicazioni riguardanti il tipo di collezione o lo stato di conservazione. La digitalizzazione delle edizioni svizzere del XVI secolo viene in parte eseguita in coordinazione con le attività di digitalizzazione delle biblioteche tedesche nell’ambito del VD 16.

Edizioni svizzere del XV secolo

Edizioni svizzere del XVI secolo

Edizioni svizzere del XVII secolo

Edizioni svizzere del XVIII secolo

Edizioni svizzere del XIX secolo

Edizioni svizzere del XX secolo


Collezioni tematiche

Alchimia, magia e cabala (Stiftung der Werke von C.G.Jung, Zürich)
C.G. Jung riunì, tra il 1928 e il 1940 ca., una collezione di più di 200 edizioni antiche sul tema dell’alchimia, di cui egli studiò in modo approfondito il significato psicologico che influenzò tutta la sua opera. Venne così fondata una delle biblioteche private dell’epoca più complete nel settore. A questo fondo librario si aggiunsero poi altre opere di campi affini, come la magia, la mistica e la cabala, insieme ad antichi libri dei sogni e opere patristiche.

Bernensia dei secoli XVIII-XIX e primi anni del secolo XX (UB Bern)
Questa collezione riunisce testi e letteratura secondaria, molto richiesti in consultazione, riguardanti la città e il canton Berna.

Bibleikon (Bibliothèque des Pasteurs, BPU Neuchâtel)
Sono state scelte per il loro particolare valore storico e artistico le 9 Bibbie illustrate - risalenti ai secoli dal XVI al XIX - del fondo librario della Bibliothèque des Pasteurs. La digitalizzazione è la base di partenza per uno studio approfondito di queste opere e per una analisi dei molteplici rapporti tra parola e immagine.

Biblioteca della Naturforschenden Gesellschaft Zürich (ZB Zürich)
La biblioteca della Naturforschenden Gesellschaft Zürich (Società di scienze naturali di Zurigo), fondata nel 1746, comprende pressappoco 26'000 volumi. Essa si distingue per la sua collezione in parte di pregio concernente opere nel campo della matematica e delle scienze naturali, accompagnate da splendide illustrazioni. Tutte le stampe datate fino all'anno 1800 verranno digitalizzate; in seguito verrà eseguita una scelta, dando la priorità a Helvetica.

Carte
La collezione comprende per lo più carte geografiche pubblicate tra il 1500 e il 1900. Le carte antiche e i panorami che rappresentano la Svizzera e paesi stranieri provengono da diverse biblioteche universitarie svizzere.

Edizioni ticinesi del XVIII e XIX secolo (Biblioteca Salita dei Frati, Lugano)
La Biblioteca Salita dei Frati possiede una ricca collezione di edizioni ticinesi del XVIII e XIX secolo (Ticinensia). Le prime risalgono al 1746, quando i tipografi Agnelli di Milano, per poter svolgere la loro attività al riparo dai vincoli della censura del regno Lombardo-Veneto, fondarono a Lugano la prima stamperia della Svizzera italiana.

Fogli volanti
La collezione comprende fogli volanti dal XVI fino al XIX secolo d'argomento sia religioso che politico, tra di essi si trovano anche importanti raccolte di opuscoli di canzoni.

Fondi di storia della scienza (ETH Library)
Questa collezione della Biblioteca del Politecnico (ETH) raccoglie letteratura riguardante la storia della scienza a partire dalla seconda metà del XV secolo fino alla fine del XIX. Il fulcro tematico è costituito da opere inerenti lo sviluppo dell'astronomia, della matematica, della tecnica, dell'architettura e delle scienze naturali.

Fondo Gianini (Biblioteca SUPSI DFA, Locarno)
Attualmente accanto al corpo centrale di 40'000 volumi, il fondo più importante, denominato Fondo Gianini, consta di 2200 testi scolastici ticinesi e comprende: programmi, libri di testo, quaderni, manoscritti, libri di pedagogia e altro materiale didattico dal 1745. Questi documenti appartenevano alla biblioteca di Francesco Gianini, vice direttore della Normale Maschile dal 1897 al 1901, e in parte a Luigi Imperatori, direttore dal 1888 al 1900. La collezione continua a evolversi con nuove acquisizioni di materiali storici.

Le opere dei professori del Politecnico Federale di Zurigo (ETH Library)
Questa collezione riunisce opere di professori del Politecnico Federale di Zurigo che rivestono una grande importanza per il Politecnico Federale di Zurigo e la storia della scienza.

Letteratura russa dell’esilio (UB Berna – Biblioteca svizzera dell’Europa orientale)
Nei decenni prima della rivoluzione russa avvenuta nel 1917, la Svizzera era la dimora per diversi gruppi di opposizione all’impero russo, come: socialdemocratici, socialisti rivoluzionari, anarchici ed altre fazioni che in esilio pubblicavano, parzialmente nelle proprie case editrici, scritti politici e manifesti, molti dei quali erano scritti in lingua russa. La collezione disponibile su e-rara riguardo queste pubblicazioni proviene dalle raccolte della cosiddetta "Biblioteca di Davos" (Davoser Bibliothek) e dalla "Société Russe de bienfaisance de Leysin". Queste raccolte oggi si trovano in possesso della Biblioteca svizzera dell’Europa orientale, ed annoverano in particolare opere di Lenin, Plekhanov, Aksel'rod e Bakunin.

Libri d'anatomia (BPU Neuchâtel)
La BPUN è particolarmente ricca nel settore dei libri di anatomia, grazie soprattutto al legato di Jacques-Louis Borel (1795-1863), un medico neocastellano che ha svolto un importante ruolo nella vita medica e intellettuale del cantone nel XIX secolo. Medico del re, poi, dopo il 1848, medico cantonale, è uno dei soci fondatori dalla Société neuchâteloise des sciences naturelles (1832) e della Société médicale de Neuchâtel (1852), e uno dei membri della Commissione della biblioteca. A questa istituzione, cui era molto legato, lascerà alla sua morte nel 1863 all’incirca milleduecento opere di medicina e di storia naturale dal XVI al XIX secolo.

Libri di ornitologia (BPU Neuchâtel)
La BPUN possiede alcuni dei più bei libri d’ornitologia del mondo occidentale. Sono entrati in biblioteca al momento della sua fondazione, grazie al legato di David de Pury o offerti da neocastellani benestanti. Costituiscono oggi i pezzi più significativi di un fondo di ampiezza limitata ma nel contempo abbastanza ricco da permettere di seguire il progresso della scienza e l’evoluzione del libro d’ornitologia.

Libri svizzeri per bambini e ragazzi (Istituto svizzero Media e Ragazzi ISMR)
Viene proposta una scelta di libri svizzeri per bambini e ragazzi che offre materiale per ricerche sulla letteratura per l’infanzia, ma anche più in generale sulla cultura dei bambini e dei ragazzi del XVIII e XIX secolo, soprattutto nella Svizzera tedesca e romanda. La maggior parte dei titoli proviene dalla collezione privata Keckeis. L’editore Peter Keckeis (1920-2007) ha raccolto circa 400 libri per bambini e ragazzi editi in Svizzera prima del 1900.

Miscellanea
La collezione dei Miscellanea riunisce opere su diversi temi che per i loro contenuti non rientrano nelle altre collezioni.

Monastero di Rheinau (ZB Zürich)
La biblioteca del monastero benedettino di Rheinau comprende all'incirca 13'000 volumi. Nel 1864 essa fu trasferita alla Biblioteca cantonale di Zurigo e da lì alla Zentralbibliothek Zürich. La maggior parte delle opere concernono le seguenti discipline: storia, storia della chiesa, scienze sussidiarie storiche, dogmatica e letteratura edificante. Tutte le stampe datate fino all'anno 1800 verranno digitalizzate; in seguito verrà eseguita una scelta, mettendo l'accento su Helvetica.

Opere di Jean-Jacques Rousseau (Bibliothèque de Genève)
In questa collezione sono raccolte le edizioni originali di tutte le opere di Jean-Jacques Rousseau, sia quelle apparse singolarmente che in edizioni collettive delle sue opere.

Poesia e prosa italiana del XVII sec. (Biblioteca Salita dei Frati, Lugano)
In e-rara.ch la Biblioteca Salita dei Frati pubblica inizialmente un lotto di testi di poesia e prosa italiana del Seicento, in edizioni rare, quasi tutte provenienti dal ricco fondo dell'insigne italianista p. Giovanni Pozzi, che qui ha legato la sua collezione libraria.
La pubblicazione è stata resa possibile grazie al contributo accordato alla Biblioteca dalla Fondazione Fidinam.

Rossica Europeana (UB Berna – Biblioteca svizzera dell’Europa orientale)
La collezione “Rossica Europeana”, allestita da Peter Sager ed acquisita nel 2005 dalla Biblioteca svizzera dell’Europa orientale, presenta la Russia nello specchio delle pubblicazioni dell’Europa occidentale che vanno dal 16° al 19° secolo. La collezione comprende delle relazioni di viaggio, scritti geografici ed etnografici, opere grafiche e mappe storiche. Su e-rara è disponibile solo un particolare assortimento della vasta collezione comprendente circa 2000 titoli.

Stampe musicali
La collezione contiene partiture a stampa di generi musicali e di organici diversi. Particolarmente importanti sono le stampe musicali svizzere che vanno dal Cinquecento agli inizi dell’Ottocento. Ne fanno parte, oltre a opere profane, numerosi libri di canti liturgici e libri di canzoni religiose da eseguire a scuola e a casa.

Storia della tecnica e della scienza (Biblioteca del Ferro)
La collezione offre una selezione delle opere principali della Biblioteca del ferro. Verranno innanzitutto digitalizzate le opere della storia generale della tecnica e della scienza dal 16esimo secolo agli inizi del 19esimo e quelle stampate in Svizzera (in un primo momento Basilea). In una seconda fase l’attenzione sarà focalizzata sulle opere riguardanti i settori dell’industria mineraria e della metallurgia.

Vitruviana (Fondazione Biblioteca Werner Oechslin, Einsiedeln)
Per sostenere la ricerca nel settore della teoria dell’architettura la Fondazione Biblioteca Werner Oechslin pubblica in questa collezione una scelta rappresentativa di Vitruviana e di edizioni di Vitruvio che coprono sei secoli. Le edizioni di Vitruvio costituiscono nella loro completezza una collezione unica, raccolta nel corso di un lavoro di ricerca durato anni.